Il Lungo Addio

7 09 2009

L’asfalto corre veloce, davanti ai miei occhi e sotto le ruote della mia piccola utilitaria. Il sole sta concludendo la sua parabola discendente, in picchiata verso il mare vermiglio dell’orizzonte di questa calda e interminabile giornata primaverile. La solita, vecchia provinciale di campagna si snoda come un fiume di lava raffreddata mentre l’aria calda umida e ferma del giorno, satura dell’odore del fieno tagliato, è percorsa da veloci folate di vento più freddo proveniente da Nord. L’incontro di odori di bassa campagna e lontani monti confonde i sensi, risvegliando ricordi sopiti ma mai dimenticati.

mini

Leggi il seguito di questo post »

Annunci